Europa

Il vortice d’aria fredda che viene dalle terre lontane,
accarezza la Bretagna turchese e piovosa,
e le corde dell’arpa vibrano mosse dalla brezza.
La spirale del vento ed i suoi cerchi sferzanti,
viaggiando toccano le Alpi immobili e severe,
volano sui Colli Fatali dove tutto ebbe un nuovo inizio,
per poggiarsi sul ventre delle Sirene di pietra.
Il turbine si sposta ad est e poi ad ovest,
cucciolo di lupo che cerca la madre Europa,
frullando i sapori dei mari e delle foreste,
offrendoci il frutto dei muschi e delle scogliere.
Beviamo il nettare della terra dei padri,
ricordando l’origine dei fratelli del tuono,
folgori del mondo che tutto possono illuminare.
I figli dell’aria sognano la casa dei primordi,
che non fu né a nord né ad est,
ma nel Cieli siderei degli Dei della Luce,
che lasciammo cavalcando la Via Lattea,
per approdare al centro del nostro cuore…

Francesco Di Marte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *